CORTI AL CONFINE
Progetto di educazione all’audiovisivo

Nella sua veste di ente di formazione Casa del Cinema di Trieste continua la sua progettazione dedicata alle nuove generazioni e vara il progetto Corti al confine.
Tra le varie attività infatti, quelle dedicate ai bambini e ai ragazzi stanno assumendo sempre più rilevanza e accurata attenzione da parte di Casa del Cinema e di tutti gli enti che ne fanno parte. Oltre ad essere un ente di formazione accreditato, Casa del Cinema sviluppa da anni progetti di divulgazione e promozione della cultura cinematografica e, attraverso le sue associazioni, di educazione all’immagine nelle scuole.
Il progetto Corti al confine prende il via a dicembre 2022 e si concluderà a maggio 2023 e coinvolge in prima linea le associazioni Maremetraggio e  Alpe Adria Cinema che forniranno servizi didattici ed educativi per i diversi target d’età a cui si riferisce il progetto. Se infatti per la scuola primaria e secondaria di I grado saranno destinate le attività di Cinema in corsivo, promosse dall’associazione Maremetraggio, ai ragazzi della secondaria di II grado saranno destinate quelle del progetto Eu ciak, promosse dall’associazione Alpe Adria Cinema.
Corti al confine offre un’esperienza di apprendimento teorico e pratico del linguaggio audiovisivo e cinematografico, di valorizzazione del cortometraggio, inteso come testo da analizzare e come strumento educativo per sviluppare l’uso consapevole dei media, come opportunità per conoscere sé stessi e gli altri e per riflettere sui confini non solo geografici che segnano la crescita.
Il progetto è sostenuto da CIPS – Cinema e Immagini per la Scuola – Progetti di rilevanza territoriale – del Piano nazionale di educazione all’immagine per le scuole promosso dal Ministero della Cultura e dal Ministero dell’Istruzione.

 

CINEMA IN CORSIVO
Cinema in corsivo è il progetto di alfabetizzazione cinematografica per studenti della scuola primaria e secondaria di I grado di Trieste e Gorizia che usa il cortometraggio come strumento per lo sviluppo di competenze trasversali e di media literacy, per supportare i curricoli, per favorire la comprensione critica del presente, per educare a comportamenti responsabili nella fruizione di film e stimolare la scelta di opere di qualità al cinema, online, sulle piattaforme, in TV. Cinema in corsivo si articola in lezioni sul cortometraggio e in matinée al cinema, attività propedeutiche anche alla creazione del team di Selecters, bambini e ragazzi che scelgono i film della sezione Shorter Kids’n’Teens dello ShorTS International Film Festival, e alla composizione della giuria che vota le migliori opere in concorso.

EU CIAK
Eu Ciak è dedicato alle scuole superiori di II grado. Il progetto, articolato in più fasi, unisce attività di formazione finalizzate a favorire la capacità di lettura critica del linguaggio cinematografico e attività laboratoriali finalizzate alla produzione di un cortometraggio – in ogni classe coinvolta- sul tema del confine. Inizialmente si propone di veicolare attraverso la visione e l’analisi di cortometraggi, i principali elementi del linguaggio filmico. Successivamente, gli studenti parteciperanno a dei laboratori per acquisire le competenze necessarie alla realizzazione di un cortometraggio. Saranno trattate tutte le fasi della realizzazione di un film, dal soggetto alla stesura della sceneggiatura, fino alla traduzione in immagini e all’assemblaggio in un prodotto finito.