Alpe Adria Cinema

Nata ufficialmente nel 1990, suo fine preciso è sempre stato quello di promuovere e incrementare tutte quelle iniziative in materia di cinema, sperimentazione e video, che costituiscono fattore di crescita culturale e approfondimento specifico in ambito dei paesi dell’Europa centro orientale, dell’Asia centrale e dei paesi che si affacciano sul Mediterraneo.
Negli oltre 30 anni di attività, Alpe Adria Cinema ha progettato, realizzato e promosso decine di iniziative che avevano come fine principale quello di approfondire, diffondere e far conoscere cinematografie e autori spesso sconosciuti al pubblico italiano, dimenticati o censurati nei paesi d’origine, nuovi talenti o grandi figure del passato, ma anche figure di spicco del panorama regionale.
Questo lavoro continuo di ricerca ha trovato il suo sbocco ideale in quello che è il progetto principale dell’associazione, il TRIESTE FILM FESTIVALL’edizione ZERO del festival risale al 1987, momento storico di grandi trasformazioni e in cui la libera circolazione delle idee era ostacolata dalla divisione culturale, economica e politica tra il blocco occidentale e quello orientale.

Anno Uno

Costituita nel 2001, dal 2002 realizza annualmente I MILLE OCCHI – Festival internazionale del cinema e delle arti cui si aggiungono nel corso dell’anno altre attività e la gestione permanente di un ricco archivio di materiale cartaceo e video riguardante non solo molte zone della storia del cinema ma anche il rapporto del cinema con le altre arti.
All’interno del programma del festival ha un ruolo particolarmente importante il Premio Anno uno, assegnato a un autore “del nostro tempo” per la sua opera complessiva con particolare riferimento a un nuovo film che (nel segno della capacità continua di sorprendere e spiazzare dell’opera di Roberto Rossellini) non è stato ancora accolto con la dovuta attenzione dalla critica e dall’establishment festivaliero.
Questa articolazione rende il momento festival non una vetrina da rinnovare volta per volta bensì un work in progress, evidente non solo dai programmi che riprendono e sviluppano i motivi già avviati ma anche dalle tracce permanenti che ne rimangono sul territorio, e che sono appunto i documenti video e cartacei capaci di offrirsi come strumento di una ricerca non unicamente accademica, con l’auspicio di innovare dentro le conoscenze e le abitudini di consumo già consolidate.

Bonawentura / Teatro Miela

Nel marzo 1990 Bonawentura ha inaugurato il TEATRO MIELA, recuperando uno spazio chiuso da anni e proponendosi nella sfera cittadina come centro alternativo per ospitare esperienze teatrali, musicali, cinematografiche, artistiche e audiovisive, che per loro stessa natura hanno bisogno di sedi “intermedie”, agili ed economiche da gestire.
Un luogo dinamico e flessibile, dove un’importanza rilevante è stata data alla musica (classica, contemporanea, rock, ecc.), proponendo generi e personalità in grado da un lato di dar voce alle esperienze locali più interessanti, e dall’altro di proporre eventi di rilevanza internazionale con artisti di fama mondiale.

A più di vent’anni di distanza, le scelte di Bonawentura/Teatro Miela continuano ad avere come finalità quella di anticipare le nuove tendenze collaborando con tutte le principali istituzioni e associazioni culturali cittadine, regionali e nazionali per organizzare eventi teatrali, musicali, cinematografici ed espositivi.

FVG Film Commission

Nata nel 2000, tra le primissime in Italia, fin da subito ha assistito centinaia di produzioni, tra film, documentari, serie televisive, videoclip e spot. 
Nel 2003 è stata la prima film commission italiana che si è dotata di un fondo alle riprese, l’FVG Film Fund, che da oltre dieci anni eroga finanziamenti alle produzioni che scelgono la nostra regione.
L’esperienza maturata permette di gestire al meglio tutti quei problemi e criticità che ogni produzione deve affrontare, sia da un punto di vista burocratico che logistico.
La FVGFC è inoltre socia del Coordinamento Film Commissions Italiane (Italian Film Commission) che opera una promozione unitaria dei vari uffici regionali, e socio fondatore dell’EUFCN (European Film Commission Network) che rappresenta le Film Commission associate sul mercato europeo.

La Cappella Underground

Nata nel lontano 1968, periodo in cui Trieste viveva un momento di particolare vivacità artistica e culturale, fino ad oggi l’associazione è stata uno dei maggiori promotori dell’arte cinematografica nella nostra città, in tutte le sue forme.
Tra le sue attività principali organizza rassegne video, oltre che di incontri, eventi ed iniziative di vario genere, dando ampio spazio a tutto ciò che riguarda il mondo del cinema e dell’audiovisivo.
L’associazione supporta nell’utilizzo dei mezzi audiovisivi in funzione didattica diversi istituti superiori e universitari, nell’intento di diffondere la cultura cinematografica e di divulgare aspetti storici e tecnici nell’ambito del cinema.
La MEDIATECA inoltre è un punto di riferimento non solo per studenti, ricercatori, università e scuole, ma anche per il pubblico di appassionati, disponendo di un archivio, iniziato negli anni ’80 e in continuo aggiornamento, con circa 20.000 titoli, archiviati su vari formati, più 1.800 film a disposizione per il prestito, un repertorio librario consultabile di più di 2.000 volumi fra testi italiani e stranieri, enciclopedie, dizionari, manuali e cataloghi. 
Ogni novembre, La Cappella Underground organizza TRIESTE SCIENCE+FICTION – Festival Internazionale della Fantascienza, una manifestazione multidisciplinare dedicata al cinema fantascientifico in tutte le sue possibili declinazioni.

Maremetraggio

Dal 2000, anno della sua costituzione, l’Associazione Maremetraggio promuove   l’attività cinematografica, il suo studio e la sua diffusione attraverso l’organizzazione di festival, conferenze, corsi di formazione professionale e workshop. Per il raggiungimento dei suoi scopi l’Associazione organizza annualmente ShorTS International Film Festival (fino al 2013 chiamato Festival Maremetraggio), festival competitivo dedicato ai cortometraggi provenienti da tutto il mondo e al cinema indipendente italiano.  ShorTS IFF si pone come obiettivo la promozione del cinema giovane italiano ed internazionale grazie ad un programma di qualità ricco sia nei contenuti filmici (cortometraggi, lungometraggi e documentari) sia per quanto riguarda le attività culturali e collaterali previste come workshop, incontri, eventi speciali e tavole rotonde volti a creare dei legami tra giovani promesse e professionisti del settore. ShorTS IFF si prefigge anche di far conoscere il genere cortometraggio ad un pubblico sempre più giovane ed eterogeneo, rivolgendo l’attenzione in particolar modo ai bambini e ai ragazzi in età scolare con una sezione di film dedicata interamente a loro e organizzando alcuni workshop. Inoltre il festival punta a rinnovarsi e aprirsi verso le nuove frontiere del cinema e della tecnologia virtuale.

Chiudi il menu

Preferenze sulla privacy

Necessari

I cookie necessari aiutano a contribuire a rendere fruibile un sito web abilitando le funzioni di base come la navigazione della pagina e l'accesso alle aree protette del sito. Il sito web non può funzionare correttamente senza questi cookie.

gdpr

Preferenze

I cookie per le preferenze consentono a un sito web di ricordare le informazioni che influenzano il modo in cui il sito si comporta o si presenta, come la lingua preferita o la regione in cui ti trovi.

qtrans_front_language

Statistiche

I cookie statistici aiutano i proprietari del sito web a capire come i visitatori interagiscono con i siti raccogliendo e trasmettendo informazioni in forma anonima.

_ga, _gat, _gid