LA MOSTRA È PROROGATA FINO AL 3 MARZO