Teatri a Teatro 2015 – Generazioni

Si apre mercoledì 22 luglio alle ore 21 nel Parco di San Giovanni la rassegna di cinema all’aperto Generazioni, nell’ambito del festival “Teatri a Teatro 2015”, promosso e sostenuto dalla Provincia di Trieste. La rassegna, al Teatrino Franco e Franca Basaglia – Foyer Cecchelin con ingresso libero, è curata dall’associazione Casa del Cinema di Trieste.
Il programma è costruito come un percorso di riflessione sui rapporti e i passaggi di memoria tra generazioni, attraverso tematiche relazionali, famigliari e storiche. Dodici serate, presentate da esperti del settore, all’insegna del miglior cinema indipendente, nazionale e internazionale, con titoli prodotti nei primi anni del nuovo millennio e premiati nei maggiori festival, presentati in versione originale sottotitolata. La narrazione incrocia soggetti come la crisi economica, le nuove identità di genere, gli scontri di valori nell’istituzione scolastica; e ancora, ostilità fra popoli e clan, genitori e figli a ruoli rovesciati, rivoluzioni pacifiche ed impegno politico. Protagonisti, i giovani per età anagrafica ma anche quelli di spirito, in un caleidoscopio di atmosfere, luci, corpi, linguaggi, luoghi fisici e mentali: spazi che rappresentano la complessità di mondi che sempre si rinnovano secondo differenti prospettive, di generazione in generazione.

Scarica qui il programma in pdf

Il ciclo di film inizia il 22 luglio con il lungometraggio In grazia di Dio di Edoardo Winspeare, storia di quattro donne legate in modo indissolubile alla natura e ai luoghi che amano, ambientato nel Salento nell’area detta Finis Terrae, dove l’Adriatico si unisce con lo Ionio.
Lunedì 27 luglio si prosegue con Via Castellana Bandiera, opera prima della regista teatrale Emma Dante: un duello muto che si consuma nella violenza degli sguardi tra due donne di età e cultura diverse, caparbiamente chiuse nelle loro automobili sotto il sole di Palermo.
Spazio al cinema americano lunedì 3 agosto con Gelido inverno di Debra Granik, con l’attrice premio Oscar Jennifer Lawrence nel ruolo di una ragazza alla ricerca del padre, scomparso nel nulla dopo aver impegnato la casa di famiglia per pagarsi la cauzione ed uscire di prigione.
Il successivo mercoledì 5 agosto è la volta del dramma sociale Le nevi del Kilimangiaro di Robert Guédiguian, affresco famigliare che affronta i temi ella crisi economica e della perdita del posto di lavoro, ispirato al poema “Les pauvres gens” di Victor Hugo.
Gli anni Settanta post-rivoluzionari vanno in scena lunedì 10 agosto, con un viaggio che da Parigi passa attraverso l’Italia per finire a Londra, raccontato nel film Qualcosa nell’aria del francese Olivier Assayas.
Mercoledì 12 agosto in palinsesto Il figlio dell’altra di Lorraine Lévy, regista francese di origine ebraica che indaga sulla stratificazione dei rancori accumulati nel corso della Storia attraverso le vicende di un ragazzo israeliano che scopre di essere stato scambiato per errore con il figlio di una coppia palestinese.
Class Enemy di Rok Biček è il film sloveno, in calendario lunedì 17 agosto, dedicato ai conflitti generazionali tra un severo professore di liceo ed i suoi studenti, separati da un’incolmabile divario fra modi differenti di intendere la vita.
Mercoledì 19 agosto arriva in prima visione al Teatrino di san Giovanni N-Capace di Eleonora Danco, docu-fiction che indaga il rapporto con il tempo e la memoria tramite lo sguardo autobiografico di una giovane donna, anima in pena, che si aggira tra Roma e Terracina, dove vive l’anziano padre.
Fra tinte tragiche e toni da commedia, Mister Morgan di Sandra Nettelbeck, sullo schermo lunedì 24 agosto, con protagonista Michael Caine, è la vicenda dolceamara di un solitario vedovo americano a Parigi che impara ad amare nuovamente la vita dopo l’incontro con una bella e vivace ragazza francese.
Il ciclo continua mercoledì 26 agosto con No – I giorni dell’arcobaleno del premiatissimo cineasta sudamericano Pablo Larrain, ricostruzione storica della vittoriosa campagna per il No, guidata da un giovane pubblicitario interpretato da Gael García Bernal, nel referendum del 1988 indetto dal dittatore militare cileno Augusto Pinochet a causa della pressione internazionale.
Serata speciale lunedì 31 agosto, con i Corti a san Giovanni selezionati dall’International ShorTS Film Festival e incentrati sui temi del confronto fra generazioni.
Chiusura di rassegna mercoledì 2 settembre con I ragazzi stanno bene di Lisa Cholodenko, commedia su una famiglia non convenzionale composta da due mamme e due adolescenti, con un super-cast formato da Annette Bening, Julianne Moore, Mark Ruffalo, Mia Wasikowska, Josh Hutcherson.
Il bar ristorante “Il posto delle fragole”, via de Pastrovich 1, è aperto in occasione degli spettacoli fino alle 23, esclusa la domenica.

PROGRAMMA COMPLETO

Mercoledì 22 luglio ore 21.00
IN GRAZIA DI DIO
di Edoardo Winspeare (Italia, 2013, 127′)
Finis Terrae. Leuca, il confine. Una famiglia che sta per perdere tutto. Quattro donne diverse tra loro ma legate in modo indissolubile alla natura e ai luoghi che amano più di qualsiasi altra cosa. La loro casa, la terra alla quale appartengono. La crisi economica sembra distruggere tutto, compresi i legami. Ma loro non ci stanno. C’è un modo per contrastare tutto ciò. C’è da guardare davvero a ciò che si possiede. I beni dei quali, a volte, il mondo si dimentica. Per sentirsi “in grazia di Dio”.
Presentazione a cura di Elisa Grando (CIAK, Il Piccolo)

Lunedì 27 luglio ore 21.00
VIA CASTELLANA BANDIERA
di Emma Dante (Italia, 2013, 94’)
Una domenica pomeriggio calda e assolata. Chiuse nelle loro auto, due donne si affrontano in un duello muto che si consuma nella violenza intima degli sguardi. Una sfida tutta al femminile punteggiata dal rifiuto di bere, mangiare e dormire, più ostinata del sole di Palermo e più testarda della ferocia degli uomini che le circondano. Perché, come in ogni duello, è sempre una questione di vita o di morte…
Presentazione a cura di Daniele Terzoli (La Cappella Underground)

Lunedì 3 agosto ore 21.00
GELIDO INVERNO
di Debra Granik
(Winter’s Bone, USA, 2010, 100’)

La diciassettenne Ree Dolly si avventura alla ricerca del padre, scomparso nel nulla dopo aver impegnato la casa di famiglia per pagarsi la cauzione ed uscire di prigione. Se l’uomo non si presenterà al più presto in tribunale la casa verrà confiscata. Ree, posta di fronte al rischio di ritrovarsi senza un tetto, sfida l’omertà della gente e mette a repentaglio la propria vita per salvare la famiglia, senza accettare le bugie, i sotterfugi e le minacce dei suoi parenti, fino a scoprire la verità.
Presentazione a cura di Mila Lazić (associazione Anno Uno)

Mercoledì 5 agosto ore 21.00
LE NEVI DI KILIMANGIARO
di Robert Guédiguian
(Les neiges du Kilimandjaro, Francia, 2011, 107’)
versione originale s/t italiano

Nonostante la recente perdita del lavoro, Michel vive felicemente, circondato dall’affetto degli amici, dei figli e dei nipoti, insieme alla moglie Claire con la quale ha condiviso trent’anni di matrimonio e di impegno politico. Le loro coscienze sono immacolate tanto quanto la loro visione della vita. Questa armonia viene spezzata il giorno in cui due sconosciuti armati entrano nella loro casa derubandoli dei loro risparmi e lasciandoli sotto shock.
Presentazione a cura di Sabrina Morena (associazione S/Paesati)

Lunedì 10 agosto ore 21.00
QUALCOSA NELL’ARIA
di Olivier Assayas
(Après mai, Francia 2012, 122′)
versione originale s/t italiano

Parigi, inizio anni Settanta. Gilles è un giovane liceale preso dall’effervescenza politica e creatrice del suo tempo. Come i suoi compagni, esita tra un impegno radicale e delle aspirazioni più personali. Passando da relazioni amorose a rivelazioni artistiche, in un viaggio che attraverserà l’Italia e finirà a Londra, Gilles e i suoi amici dovranno fare scelte decisive per trovare se stessi in un’epoca tumultuosa.
Presentazione a cura di Beatrice Fiorentino (Il Piccolo, SNCCI)

Mercoledì 12 agosto ore 21.00
IL FIGLIO DELL’ALTRA
di Lorraine Lévy
(Le Fils de l’Autre, Israele 2013, 105’)
versione originale s/t italiano

Durante la visita per il servizio di leva nell’esercito israeliano, Joseph scopre di non essere il figlio biologico dei suoi genitori, poiché appena nato è stato scambiato per errore con Yacine, palestinese dei territori occupati della Cisgiordania. La rivelazione getta lo scompiglio tra le due famiglie, costringendo ognuno a interrogarsi sulle rispettive identità e convinzioni, nonché sul senso dell’ostilità che continua a dividere i due popoli.
Presentazione a cura di Marta Verginella (Università di Lubiana)

Lunedì 17 agosto ore 21.00
CLASS ENEMY
di Rok Biček
(Razredni sovražnik, Slovenia, 2013, 112′)
versione originale s/t italiano

Il rapporto tra il nuovo professore di tedesco e i suoi studenti si fa sempre più teso a causa di un’incolmabile differenza fra i loro modi di intendere la vita. Quando una studentessa si suicida, i compagni accusano l’insegnante di essere responsabile della sua morte. La grave accusa genera dinamiche contraddittorie ove non tutto appare così definito.
Presentazione a cura di Nicoletta Romeo (Alpe Adria Cinema – Trieste Film Festival)

Mercoledì 19 agosto ore 21.00
N-CAPACE
di Eleonora Danco (Italia, 2014, 80′)
Una donna: Anima in pena, si aggira tra Roma e Terracina, dove vive l’anziano padre. Vaga tra campagne, mare e città, con un letto e in pigiama. Spesso con un piccone in mano, vorrebbe distruggere la nuova architettura che ha tradito i suoi ricordi. Il rapporto con il tempo e la memoria è motivo di struggimento per lei. Il corpo e i luoghi diventano sogni, incubi, ricordi. Una intimità tanto personale quanto universale.
Video-presentazione a cura della regista Eleonora Danco

Lunedì 24 agosto ore 21.00
MISTER MORGAN
di Sandra Nettelbeck
(Mr. Morgan’s Last Love, Francia, Germania, Belgio, USA, 2013, 116’)
versione originale s/t italiano

Dal giorno in cui Pauline gli dà un mano sull’autobus, Matthew Morgan, testardo e annoiato dalla vita, ritorna piano piano alla felicità. Totalmente conquistato dalla vitalità disarmante e dall’incrollabile ottimismo della giovane donna, il silenzioso insegnante diventa un improbabile studente di vita. I due finiscono per passare del breve ma prezioso tempo insieme, che li toccherà nel profondo e cambierà loro la vita.
Presentazione a cura di Pierluigi Sabatti (associazione A.R.I.S.)

Mercoledì 26 agosto ore 21.00
NO – I GIORNI DELL’ARCOBALENO
di Pablo Larrain
(No, Cile 2012, 110’)
versione originale s/t italiano

Nel 1988 il dittatore militare cileno Augusto Pinochet, a causa della pressione internazionale, è costretto ad indire un referendum allo scopo di rimanere alla guida del paese, con cui il popolo dovrà decidere se far restare Pinochet al potere per altri otto anni. I leader dell’opposizione convincono un giovane e audace pubblicitario, René Saavedra, a condurre la campagna per il NO. Saavedra e il suo team concepiranno un ambizioso progetto per vincere le elezioni e liberare il paese dall’oppressione.
Presentazione a cura di Thanos Anastopoulos (regista cinematografico)

Lunedì 31 agosto ore 21.00
CORTI A SAN GIOVANNI
Una selezione di cortometraggi sul tema dei rapporti tra diverse generazioni, curata da “ShorTS – International Film Festival”.
presentazione a cura di Chiara Valenti Omero (Associazione Maremetraggio)

Mercoledì 2 settembre ore 21.00
I RAGAZZI STANNO BENE
di Lisa Cholodenko
(The Kids Are All Right, USA, 2010, 104’)
versione originale s/t italiano

Nic e Jules sono sposate e vivono in un’accogliente casetta fuori città nella California del Sud insieme ai loro figli adolescenti, Joni e Laser. Quando Joni si prepara ad andarsene per frequentare il college, il fratello quindicenne la convince a rintracciare il loro padre biologico, che quando farà il suo ingresso nella vita dell’atipico quartetto darà vita ad un nuovo, inaspettato capitolo, in cui i legami di famiglia saranno totalmente ridefiniti.
Presentazione a cura di Margherita Bottino (psicoterapeuta, Istituto Gestalt Trieste) e Fabiana Martini (giornalista)


INFO: www.provincia.trieste.it e anche www.parcodisangiovanni.it
GENERAZIONI
Teatrino Franco e Franca Basaglia Foyer Cecchelin
Parco di San Giovanni – Via Weiss, 13
a cura di associazione Casa del Cinema di Trieste

Chiudi il menu